media

Esame della composizione corporea

L’esame della composizione corporea consente di ottenere dati oggettivi, non identificabili dalla semplice valutazione del peso in scala, come, per esempio, conoscere la proporzione di peso che ha la massa grassa nel corpo di un individuo.

Con “composizione corporea” si riferisce, infatti, proprio alla proporzione del corpo e si identificano tramite questo esame:

  • Massa magra priva di grasso (FFM - fat free mass): le parti del corpo che non hanno massa grassa (ossa, muscoli, acqua e organi)

  • Massa grassa (FM - fat mass): ovvero la quantità totale di lipidi nel corpo umano.

  • Massa magra (LBM lean body mass): la somma della massa magra priva di grasso e del grasso primario.

Quando si esegue

L’esame della composizione corporea viene adoperato in diversi settori come medicina, antropologia, ergonomia, sport e auxologia: spesso serve per identificare il rischio di salute del paziente associato a livelli eccessivamente alti o bassi di FM e a un eccessivo accumulo di grasso intra-addominale.

È molto utile per tenere sotto controllo i cambiamenti di composizione corporea che sono associati a specifiche malattie, andando a trovare eventuali cambiamenti nelle proporzioni durante la crescita e l'invecchiamento, a valutare l'effetto dell'alimentazione e dell'esercizio fisico e a stimare il peso corporeo desiderabile dell’individuo.

Nello sport e per l’attività fisica

La composizione corporea può dare dati molto utili per chi pratica sport, soprattutto a livello agonistico. Una misura della composizione corporea può essere utile per comprendere il tipo di risposta di un soggetto a una modifica cui il suo organismo è stato sottoposto (come un nuovo programma di dieta). Questo tipo di esame può far capire quanto è stata efficace questa modifica e, se effettuato regolarmente, aiutare a intraprendere anche strade diverse, relative non soltanto all’alimentazione.

Come si esegue

L’esame della composizione corporea può essere eseguito in diversi modi, con metodi che variano dal punto di vista tecnico, di costo e di precisione.

I metodi più accessibili constano del calibro cutaneo e dell’analisi dell’impedenza bioelettrica, mentre i laboratori di ricerca e quelli delle squadre sportive più blasonate, utilizzano metodi aggiuntivi che comprendono la pesatura idrostatica, al DEXA e alla Pletismografia del corpo intero (BodPod).

Se vuoi approfondire l’argomento oppure chiedere semplici delucidazioni, non esitare a contattarci. Il nostro team di professionisti sarà lieto di risponderti.

  • 08/03/2021
  • Commenti: 0
Commenti: 0
Nessun commento
Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono indicati con *